L’altra faccia del quotidiano.
Una mostra da Sponge Arte Contemporanea amplifica l’inesorabile pesantezza del quotidiano. Sono le opere di Cristina Treppo, artista minuziosa e attenta, che invita a riflettere sulle piccole cose di tutti i giorni. Fino al 25 marzo in quel di Pergola.

Soffermarsi sulle azioni, sui gesti e sugli oggetti è l’essenza dei piccoli riti del quotidiano di Cristina Treppo. Nell’allestimento, cromaticamente affine agli spazi, le opere (un cuscino in cemento, bustine di tè, cornici digitali…) subiscono la contestualizzazione e vengono inesorabilmente assorbite dall’ambiente circostante, riemergendo ancorate tra i mobili, le pareti e la polvere. Salta all’occhio il minuzioso e femminile romanticismo di Treppo, amplificato dall’utilizzo di materiali come velluto, fiori artificiali e perle. L’artista propone un’analisi a tratti trasognata, con un minimo rimando duchampiano, dove la fisicità degli oggetti si sporca (letteralmente) con il vivere quotidiano, facendoli diventare icone di gesti reiterati.

Federica Mariani

da artribune.com

I Commenti sono chiusi

Iscriviti alla Newsletter!
Categorie
Archivi
Articoli più letti
  • Non ci sono elementi
Questo sito utilizza i cookies - This website uses cookies
OK