Sponge Living Space: Where Is My Brother?
Scritto da Nikla Cingolani

Un appuntamento imperdibile quello di sabato 8 ottobre per l’apertura della nuova stagione espositiva di Sponge Living Space a Pergola (PU), con l’inaugurazione della personale di Tiziana Contino dal titolo Perturbamento – Unheimlichkeit con testo critico di Chiara Vigliotti. Come annuncia Giovanni Gaggia questa sarà una stagione tutta al femminile: “artiste provenienti da tutta Italia, dalla Sicilia al Friuli, si confronteranno con il tema di quest’anno dal titolo Where is your brother? Ci saranno interazioni con la musica e la poesia, interventi che non sempre hanno a che fare con le arti visive, ma il tutto condurrà a un confronto finale di soli uomini con Perfect Number, 9 stanze, 9 artisti e 9 curatori. Quindi un percorso al femminile che porterà alla scoperta di questi 9 uomini.”
Tiziana Contino apre con una performance molto coinvolgente, dove invita gentilmente il pubblico ad accomodarsi su un cuscino di legno nero da cui spuntano 374 chiodi. Il rito di accoglienza prosegue con l’offerta di una bevanda servita in tazzine sbeccate per terminare poi con un breve interrogatorio. L’ospite si rivela “essere scomodo” come le domande che gli vengono rivolte; come il suo stato, in bilico sui chiodi che bucano le vesti mentre beve un infuso dal sapore amaro.
Colpisce la scelta dell’artista di esserci pur non essendoci perché fisicamente si trova nei locali dell’Accademia di Belle Arti di Catania mentre interagisce virtualmente con il pubblico tramite Skype (santo internet che permette questo!). Interazione e virtualità non sono particolari da sottovalutare dato che il prodotto  di questo lavoro è proprio la “comunicazione”, ovvero quel processo immateriale di socializzazione con cui si tende ad interiorizzare modelli di comportamento. Anche i luoghi giocano un ruolo importante: entrambi luoghi di interazione,  da una parte c’è il cyber spazio, luogo pervaso di elettricità dove accade l’evento. Dall’altra la scuola, luogo di produzione culturale e di form-azione.
Il breve disagio causato dalla Contino consente di riflettere su chi subisce per lungo tempo la stessa condizione di difficoltà. Coloro che partecipano alla performance, per pochi minuti, sono l’Altro, accolto con dubbia ospitalità, inchiodato (non solo psicologicamente) e messo in imbarazzo, per poi essere liquidato con un cordiale “grazie, ma non è con lei che volevo parlare”.
Tiziana è in cerca di un’emozione forte in relazione a tutti i momenti di sofferenza che le popolazioni del mondo provano quando si spostano da una nazione all’altra in condizioni non ottimali.” prosegue Giovanni Gaggia. “Lei è siciliana perciò la sua esperienza è in relazione con ciò che sta succedendo a Lampedusa. Il suo è un lavoro che non si limita a questo ma guarda alla storia, a quello che è successo nel corso degli anni. Non bisogna dimenticare l’olocausto e di come alcune popolazioni sono state trattate da altre”. La mostra continua con due videoinstallazioni e fotografie.
Novità anche per l’altro importante evento, Christmas Tree che vedrà la partecipazione di circa 30 artisti tra italiani e lettoni. Quella di Sponge con la Lettonia è una collaborazione già collaudata da quando l’associazione è stata scelta come partner italiana per il festival Survival Kit, un progetto costruito dalCentro Per l’Arte Contemporanea Lettone e legato alla sopravvivenza della cultura delle arti visive contemporanee in Europa. Sponge è stata chiamata a partecipare a un talk dove ha presentato l’attività degli ultimi tre anni. “Il confronto con l’internazionale ha retto bene. Segno che le relazioni umane unite ad un serio lavoro professionale è un cocktail che funziona.” Conclude Gaggia.
Ma il merito di Sponge, oltre al lavoro che sta svolgendo, è la sua natura indipendente sia politicamente sia economicamente. Una piattaforma libera dove gli artisti possono sperimentare liberamente qualsiasi cosa che sia in relazione al loro linguaggio, a prescindere dalle regole del mercato italiano.

Tiziana Contino, Perturbamento – Unheimlichkeit, Performance, Sponge Living Space, Pergola (PU), 8 ottobre 2011.

da is-gallery.com

I Commenti sono chiusi

Iscriviti alla Newsletter!
Categorie
Archivi
Articoli più letti
  • Non ci sono elementi
Questo sito utilizza i cookies - This website uses cookies
OK