english below

A Pesaro nasce MACULA – Centro Internazionale di Cultura Fotografica, il nuovo progetto dedicato alla conservazione, allo studio e alla diffusione della fotografia storica e contemporanea.

Si inaugura il 23 settembre 2011 alle ore 18.00, presso la sede di Pesaro Studi in viale Trieste, il nuovo Centro dedicato alla fotografia, nato da una partnership tra il Comune di Pesaro e l’Associazione Macula, con il patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino e della Regione Marche.

Così i responsabili di Macula, Marco Andreani, Alessandro Giampaoli, Arianna Zaffini, Giancarla Uguccioni e Debora Ricciardi motivano l’iniziativa: “Mezzo straordinario di informazione, espressione e democratizzazione della cultura, la fotografia costituisce uno dei punti nevralgici della contemporaneità, oggetto e strumento di analisi privilegiato per comprendere il nostro tempo. Se da una parte, infatti, essa ha permeato di sé le ricerche artistiche più innovative del Novecento ed è presente in prestigiosi musei del mondo, dall’altra il suo utilizzo privato ci ha tramandato storie quotidiane di uomini, usi e costumi di famiglie e comunità, consentendo inoltre di documentare i più importanti eventi del XX° secolo. Con l’avvento della nuova era digitale, quello fotografico va imponendosi come vero e proprio strumento globale di comunicazione. Ci troviamo così di fronte a un patrimonio figurativo di inestimabile valore, specchio delle complesse dinamiche della nostra epoca. Per questo, tutelare e valorizzare il linguaggio fotografico nelle sue inscindibili valenze storico-documentarie e artistico-culturali è il principale obiettivo di MACULA”.

Il Centro è dotato di uno spazio archivio per la conservazione, catalogazione e valorizzazione di archivi fotografici pubblici e privati e di uno spazio libri e riviste consultabili su appuntamento presso la sede e prossimamente anche on-line. MACULA opera inoltre per lo sviluppo di una rete di fototeche in collaborazione con enti e istituzioni del territorio.

Da sottolineare l’importante collezione Recanatesi, circa 30.000 immagini relative alla storia di cinema, teatro e lirica dalla fine dell’800 ai giorni nostri, cuore della sezione “arti dello spettacolo” dell’archivio MACULA, di cui è stata avviata la catalogazione. La storia di Pesaro è invece documentata dal fondo Brigidi: 60 anni di vicende e personaggi della città.

Un’originale iniziativa che ruota sempre attorno al tema della memoria è “Storie dalla soffitta”, la campagna di recupero di Album di famiglia alla quale ognuno è chiamato a contribuire con le proprie fotografie.La programmazione annuale di MACULA prevede l’organizzazione di corsi, laboratori, workshop e seminari di approfondimento, mostre fotografiche, incontri con gli autori e convegni, la presentazione di libri e progetti editoriali, la realizzazione di campagne fotografiche sul territorio e l’istituzione di premi.

All’inaugurazione sarà possibile vedere materiali dall’archivio storico, esposti per l’occasione.

Verrà presentata inoltre una collettiva dal titolo Foto/Diramazioni, a cura di Macula in collaborazione con Sponge ArteContemporanea. Gli artisti scelti utilizzano il mezzo fotografico in modi molto diversi. Si va dal resoconto socio-culturale Lettone di Arnis Balcus al racconto spazio-tempo (11 settembre) di Domenico Buzzetti, dai paesaggi sospesi di Daniela Cavallo alla visione fiabesca di Veronica Dell’Agostino, dall’autoritratto di Federico Forlani all’utilizzo dell’immagine fotografica come base pittorica di Giovanni Gaggia, dalle fotografie di stanze di Claudia Gambadoro alle rielaborazioni digitali di Barbara Nati, dalla fotografia come traccia dell’azione di Mona Lisa Tina alla riflessione massmediatica di Rita Vitali Rosati. La mostra sarà visitabile su appuntamento fino al 30 ottobre.

Saranno presenti il Sindaco di Pesaro, Luca Ceriscioli, e l’Assessore alla Cultura e Vice- Presidente della Provincia Davide Rossi.

MACULA – Centro Internazionale di Cultura Fotografica
Viale Trieste n. 296 – 61121 Pesaro PU
info@spaziomacula.it
www.spaziomacula.it
333 8122119 / 333 7871667

– – – – – – – – – –

In Pesaro, The Marche Region has been born International Centre of Photographic Culture – MACULA, the new project dedicated to the conservation, to the study and to the diffusion of the historical and contemporary photography.

The annual MACULA programming foresees the organisation of courses, laboratories, workshops and seminars of deeper analysis, photographic exhibitions, meetings with the authors and artistic talks, the presentation of books and publishing projects, carrying out of photographic campaigns on the national territory and the institution of awards.

The centre will be opened with collective exhibition Photo/ Diffusion, curated by MACULA and in collaboration with Sponge ArteContemporanea. The chosen artists use the photographic means in very different manners. From sociocultural report of latvian photographer Arnis Balcus to the story of space – time (September 11) of Domenico Buzzetti, from the hanging landscapes of Daniela Cavallo to the fairy tale vision of Veronica Dell’Agostino, of the self-portrait of Federico Forlani to the utilisation of the photographic image like pictorial base of Giovanni Gaggia, of the photographies of rooms of Claudia Gambadoro to the digital revisions of Barbara Nati, of the photography like trace of the action of Mona Lisa Tina to the mass media reflexion of Rita Vitali Rosati. The exhibition will be visitabile on appointment up to October 30.

MACULA International Centre of Photographic Culture

Viale Trieste n. 296 – 61121 Pesaro PU
info@spaziomacula.it
www.spaziomacula.it
333 8122119 / 333 7871667

Un Commento a “A Pesaro nasce MACULA. Centro Internazionale di Cultura Fotografica”

  • […] comunicato stampa Pubblicato in Reportage | Tag: Alessandro Giampaoli, Arianna Zaffini, Arnis Balcus, Barbara Nati, Claudia Gambadoro, Daniela Cavallo, Debora Ricciardi, Domenico Buzzetti, Federico Forlani, Giancarla Uguccioni, Giovanni Gaggia, MACULA, Marco Andreani, Mona Lisa Tina, Pesaro, Rita Vitali Rosati, Sponge ArteContemporanea, Veronica Dell'Agostino « Survival Kit 3 / Glass Stress – Reportage di Jack Fisher Quanta luce nel nero – Reportage di Loretta Di Tuccio » […]

Iscriviti alla Newsletter!
Categorie
Archivi
Articoli più letti
  • Non ci sono elementi
Questo sito utilizza i cookies - This website uses cookies
OK