Il Messaggero – edizione Pesaro – di mercoledì 20 luglio, 2011

di Federica Facchini

Sono trascorsi dieci anni dalla riapertura, dopo anni di restauri, del Castello di Frontone che ora festeggia la ricorrenza con “Castello 10 e lode” un progetto, all’interno della più ampia iniziativa di Rinascimento Frontonese, nato dalla collaborazione tra il comune di Frontone e l’associazione culturale Sponge ArteConteporanea che mira ad animare il castello, il borgo e il territorio circostante attraverso una rassegna di arti visive e che inaugurerà al pubblico il prossimo sabato, 30 luglio, con una grande collettiva. In verità “Castello 10 e lode” rivela anche prima la sua dimensione multiforme e sperimentale con un happening che inizierà dalla sera precedente a Valpiana sul monte Catria con una notte in tenda (info 0721_786107/339_8429426) dove, dopo una serata di incontro e discussione, ai primi bagliori dell’alba (intorno alle 5) si potrà ammirare la performance di Loredana Galante che precederà l’inaugurazione vera e propria delle 11 al Castello, dove ad accogliere il pubblico sarà invece l’intensa performance Into the Core dell’artista bolognese Mona Lisa Tina. La mostra, realizzata anche con la partecipazione di Davide Quadrio di Arthub Asia, vede il coinvolgimento di quindici artisti con una selezione di lavori realizzati, da tre anni a questa parte, per la home gallery Sponge Living Space con sede a Pergola e gestita dall’intraprendenza dell’artista Giovanni Gaggia. L’iniziativa di Frontone infatti rispecchia in pieno la filosofia dell’associazione che mira a promuovere la giovane arte contemporanea sul e per il territorio, al di fuori del paludato Sistema Arte, concentrandosi sul processo di produzione dell’arte piuttosto che sul prodotto stesso. «Un ambiente emotivamente accattivante – come Davide Quadrio definisce Casa Sponge – ibrido, estremamente multimediale, dove il curatore è anche artista e viceversa» dove non esistono distanze geografiche né discriminazioni verso qualche forma di linguaggio appartenente all’espressione artistica. Il percorso di “Castello 10 e lode” sarà inoltre movimentato da una programmazione di dibattiti e conferenze e si concluderà il 9 ottobre, in concomitanza con la giornata dedicata al contemporaneo promossa da Amaci. All’iniziativa di Frontone, che vede il sostegno di Enel Sole e Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro e il coinvolgimento delle scuole medie di Frontone che hanno realizzato logo e slogan dell’evento, si intreccia anche l’ultimo evento espositivo della sperimentale piattaforma pergolese: “Perfect Number, 9 artisti, 9 curatori, 9 stanze, 9 project room, 9 personali” che inaugurerà anch’essa venerdì 29 alle 15,30, creando un itinerario virtuale nel territorio, sulle giovani espressioni del contemporaneo, in bilico tra la manifestazione di un’esistenza individuale o le tematiche politico-sociali.

I Commenti sono chiusi

Iscriviti alla Newsletter!
Categorie
Archivi
Articoli più letti
  • Non ci sono elementi
Questo sito utilizza i cookies - This website uses cookies
OK