Titolo: In corpo. Dalla performance al video
Artisti: Max Bottino, Domenico Buzzetti, Tiziana Contino, Alessia De Montis,
Giovanni Gaggia, Claudia Gambadoro, Miriam Secco, Mona Lisa Tina, Rita Vitali Rosati
Curatore: Emanuele Beluffi
Coordinamento: Marco Aion Mangani
Idea: Sponge ArteContemporanea
Luogo: BT’F Art Gallery, Bologna
Inaugurazione: 29 Gennaio 2011, ore 20.30
Durata: 29 gennaio – 1 marzo 2011
Orario: da martedì a sabato dalle 16.00 alle 19.00 e su appuntamento


Sabato 29 Gennaio 2011 alle ore 20.30 la Galleria BT’F di Bologna inaugura In Corpo. Dalla performance al video, a cura di Emanuele Beluffi con il coordinamento di Marco Aion Mangani, da un’idea di Sponge ArteContemporanea.

Il progetto dedicato alla videoarte intende stabilire una relazione – o una discrepanza – fra il mezzo tecnologico e il suo contenuto, in un cortocircuito d’intenti tra il linguaggio del video e quello della performance. Il termine videoarte segue cronologicamente la definizione di Nam June Paik (Seul, 1932), che con Woody Vasulka (Brno, 1937) e altri artisti dell’epoca furono i pionieri nell’utilizzo del video come mezzo d’espressione artistica. Alla fine degli anni Sessanta i primi interventi di videoarte si avvalsero dell’uso dei televisori, sostituiti via via dai più evoluti sistemi tecnologici di diffusione dell’immagine. Pronti a interagire in tempo reale e in vari modi, essi coinvolsero differenti linguaggi visivi tra cui la performance. All’interno del linguaggio della performance il vasto impiego di mezzi professionali altamente sofisticati, a partire dagli anni Novanta, ha dimostrato di avere conquistato un ruolo importante negli stessi eventi: così si presentano spesso preparati quasi come set cinematografici, a differenza di quanto accadeva nelle prime azioni degli anni Settanta, che riportavano il corpo alla sua naturalità (non è detto però che questo valesse in ogni occasione). Se la presenza del video, quindi, nelle forme più variegate dei linguaggi visivi contemporanei, è ribadita dall’immediatezza e dalla forza comunicativa con cui le immagini in movimento si articolano secondo un sistema di coordinate spazio-temporali riconoscibili, è anche vero che esso è una forma artistica particolarmente complessa e che difficilmente si presta a una singola prospettiva interpretativa.I nove artisti coinvolti nella mostra In corpo. Dalla performance al video, interessati a sviluppare le proprie individuali ricerche, presentano una serie di video nei confronti dei quali l’osservatore avrà di volta in volta l’incombenza di stabilire, secondo la propria personalissima visione, se si tratta di un video di documentazione performance o di un video d’arte (o anche se vivere più semplicemente il momento della fruizione senza porsi alcun interrogativo). In un rimando continuo di prospettive, In Corpo si propone come contaminazione di luoghi fisici e mentali.

L’evento rientra nel circuito OFF di Arte Fiera 2011 e coinvolge i seguenti artisti: Max Bottino, Domenico Buzzetti, Tiziana Contino, Alessia De Montis, Giovanni Gaggia, Claudia Gambadoro, Mona Lisa Tina, Miriam Secco e Rita Vitali Rosati.

La mostra sarà visitabile fino al 1 marzo 2011 da martedì al sabato, dalle 16 alle 19 e su appuntamento.

Per ulteriori informazioni contattare il numero 340.25.29.265 oppure consultare il sito www.btfgallery.com

Contatti: Emanuele Beluffi: emanuele.beluffi@gmail.com
Marco Aion Mangani: marcomangani@googlemail.com

BT’F Art Gallery
Via Castiglione 35
40124 Bologna
info@btfgallery.com
www.btfgallery.com

Un Commento a “In corpo. Dalla performance al video”

Iscriviti alla Newsletter!
Categorie
Archivi
Articoli più letti
  • Non ci sono elementi
Questo sito utilizza i cookies - This website uses cookies
OK