Christmas Tree d’Artista II: a Natale si è tutti più sinceri

Artisti invitati: Simona Atzori, Katherine Jacqueline Bottellini, Simona Bramati, Daniele Camaioni, Daniela Cavallo, Allegra Corbo, Joy Coroner, Mauro De Carli, Matilde Domestico, Armando Fanelli, Emilia Faro, Federico Forlani, Claudia Gambadoro, Alessandro Giampaoli, Luigi Leonidi, Giacomo Lion, Marco Aion Mangani, Bruno Marrapodi, Gabriele Mastini, Constantin Migliorini, Elena Monzo, Alma Napolitano, Barbara Nati, L’orMa, Michela Pozzi, Ljudmilla Socci, David Starr, Mona Lisa Tina, Cristina Treppo.

Il Natale, con la sua doppia valenza pagana e cristiana, è il momento che più di tutti unisce il mondo occidentale e che porta una temporanea modifica a comportamenti, stili, paesaggi, umori e diete. Essere credenti o meno ha poca importanza, in qualche modo tutte le persone vengono intaccate da quello che viene minacciosamente chiamato “spirito natalizio”. E’ il tempo di un San Nicola super sponsorizzato. E’ il tempo in cui la cultura subisce la consueta deviazione Natalizia. E’ il tempo per la sceneggiatura riscritta infinite volte di diventare cine-panettone o film per tutta la famiglia animato in 3 dimensioni senza troppi intrecci. E’ altresì la fase meno eco-sostenibile per il nostro pianeta, con una produzione sfrenata di presenti destinati ad essere ignorati e con milioni di micro-lampadine che necessitano di energia per vivere.

E’ stato chiesto agli artisti di realizzare una palla decorativa per l’albero di Natale lasciando piena libertà creativa.
All’artista non è richiesto di essere più buono ma più sincero, perché da essi non ci si aspetta dolciumi e carezze, ma che vadano oltre tutto questo.
Una volta tolto il superfluo cosa rimane da analizzare?

La lotta interna de “Il Natale e i suoi simboli”:
Cristo vs. Babbo Natale
Albero vs. Presepe
Icone vs. Decorazione

Sono pensieri rivolti alla secolarizzazione del Natale e al maggior valore che assumono le icone pagane. La morale religiosa non è perduta ma diventa morale universale, lo stantio “Siamo tutti più buoni” è rivolto a tutti, ma quest’ottimo proposito quanto può essere ascoltato?
Il Natale pesa e può ferire, pone delle domande e a volte è cattivo.

La decorazione simbolica
Partendo da un solido perfetto come la sfera le possibilità sono infinite. La decorazione diventa forma ancor più perfetta, immagine multipla, superficie sfaccettata. E tra essi si insinua la natura, reale e dipinta.

Tempo e Memoria
La memoria di ciò che è stato, il ricordo di caldi focolari, la traccia di quello che avvenne. Il Natale a volte è il momento giusto per alcune divagazioni della mente. Sono caldi ricordi accoglienti in cui l’essere si rifugia.

All’artista il compito di analizzare tutto ciò con la sua piccola e sferica traccia natalizia.
L’importante è dire la verità…

it.wikiquote.org/wiki/Natale
en.wikiquote.org/wiki/Christmas
così diciamo tutti

Jack Fisher



Testo critico di “Christmas Tree d’Artista II: a Natale si è tutti più sinceri”
Vedi il comunicato stampa

I Commenti sono chiusi

Iscriviti alla Newsletter!
Categorie
Archivi
Articoli più letti
  • Non ci sono elementi
Questo sito utilizza i cookies - This website uses cookies
OK